appr - Quando cambiare il materasso?

Il materasso non resta nuovo eternamente. Sarebbe corretto sostituirlo dopo circa 10 anni (meglio se dopo 7-8 anni, soprattutto per le persone più delicate): l’invecchiamento indebolisce le zone di sostegno che non riescono più supportare il sistema scheletrico nel modo opportuno. 


Un materasso di scarsa qualità andrebbe cambiato anche prima.

Alcuni sintomi dovrebbero indurre a cambiare il materasso?

Risvegliarsi con i muscoli indolenziti o addirittura addoloranti è un sintomo classico. Questo problema non va sottovalutato in quanto potrebbe sfociare in patologie importanti o addirittura croniche.

Altri sintomi possono essere:

- svegliarsi spesso di notte,

- girarsi spesso,

- alzarsi al mattino non rigenerati,

- difficoltà nel trovare una posizione comoda che le permette di addormentarsi subito,

- sensazione di cedimento nella zona lombare.


Il Centro Schiena, Lugano-Cassarate.

Dormire sano
Sedersi sano
Camminare sano